domenica 17 aprile 2011

Calcolare i costi della mediazione civile

Con il Decreto n. 180 del 18/10/2010 il Ministero della Giustiza ha stabilito le tariffe minime e massime applicabili nella mediazione civile e commerciale.
Poichè tali tariffe variano in base a diversi parametri, alcuni dei quali sono noti fin dall'inizio, mentre altri  dipendono dal verificarsi o meno di determinate circostanze, abbiamo realizzato in esclusiva questa semplice utility allo scopo di aiutare il cittadino ad avere un'idea dei costi che dovrà affrontare.
L'utility di calcolo si presenta con una semplice maschera dove è possibile specificare oltre al valore  presunto della controversia, valore che dovrà essere verificato dall'organismo di conciliazione, tutte le situazioni che possono determinare un incremento o una riduzione della tariffa base.


L'applicativo fornisce come risultato una "forbice tariffaria" (minimo e massimo) basata sulla tabella ministeriale cui vengono applicate eventuali riduzioni o maggiorazioni, alcune delle quali sono a discrezione dell'organismo di mediazione; naturalmente, per una valutazione ufficiale dei costi è necessario rivorgersi ad un organismo di mediazione accreditato.
Si ricorda inoltre che la mediazione è obbligatoria per le materie previste dall'Art. 5 del decreto legislativo del 4 marzo 2010 n. 28 ad eccezione di "condominio" e "risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti", materie che diventano obbligatorie a partire dal 20 Marzo 2012.

Ecco l'elenco delle materie obbligatorie all'entrata in vigore della legge sulla mediazione:
  • Affitto di aziende
  • Comodato (prestito di beni a titolo gratuito)
  • Contratti assicurativi
  • Contratti bancari
  • Contratti finanziari
  • Diritti reali: proprietà, usufrutto, servitù…
  • Divisione: comproprietà, comunione tra coniugi…
  • Locazioni
  • Patti di famiglia
  • Risarcimento danni da responsabilità medica
  • Risarcimento danni da diffamazione a mezzo stampa ecc.
  • Successioni ereditarie
L'utility di calcolo è disponibile nella toolbar all'interno del menu:
 "Utilità Giuridiche" --> "Altre Utilità".


Nuova opzione nel calcolo dei giorni lavorativi

Si richiesta di numerosi utenti abbiamo aggiunto nell'applicazione "Calcolo giorni lavorativi / festivi" (che si trova nel menu Utilità Giuridiche --> Alre Utilità) un'opzione che consente di considerare la data di partenza nel computo dei giorni lavorativi.


Selezionando il flag "Compresa" la Data Iniziale farà parte dei giorni lavorativi calcolati dall'applicativo (sempre che ovviamente sia un giorno lavorativo).

venerdì 8 aprile 2011

Applicazione per la ripartizione delle spese


Questa applicazione serve per suddividere una o più spese tra varie prersone in base ad alcuni criteri di ripartizione che potete liberamente definire secondo le vostre esegenze.
Può essere utilizzata ad esempio da professionisti che condividono uno stesso immobile e devono ripartirsi periodicamente le spese di alcune utenze o altre spese fisse (gas per il riscaldamento, bolletta dell'acqua, spese condominiali ecc.); in questo caso si può decidere di adottare il criterio basato sulla superficie occupata impostando come unità di misura i metri quadrati.
Oppure ancora da studenti che dividono un appartamento occupato saltuariamente: in questo caso potrebbe essere utile adottare un criterio di ripartizione basato sull'effettiva permanenza nell'appartamento selezionando i giorni come unità di misura.
Oltre al criterio in percentuale è disponibile anche il calcolo millesimale che può essere utile ad esempio per conoscere in anticipo quanto incide una determinata spesa condominiale in base ai millesimi attribuiti.



Salvataggio Dati
Se i cookies del vostro browser non sono disabilitati potete anche memorizzare sul vostro computer lo schema di ripartizione che avete definito (elenco dei nominativi e relativo criterio di ripartizione).
Questo è utilie se dovete effettuare lo stesso tipo di ripartizione in tempi diversi con criteri che ragionevolmente non cambiano nel tempo (come ad esempio nel caso dei metri quadri e dei metri cubi).
Lo schema di ripartizione salvato in precedenza viene riproposto automaticamente alla prima apertura della pagina e può essere cancellato o modificato a vostra scelta.

L'utility è accessibile dalla toolbar tramite i menu: "Utilità Giuridiche" --> "Altre Utilità" e "Utilità Varie" --> "Casa".